Porto di Patrasso

Chiamato la “Porta della Grecia verso l’Occidente”, dato che è la principale via d’accesso al territorio della Repubblica Greca dall’Italia e dall’Europa occidentale, il Porto di Patrasso è uno scalo moderno, il più grande del Peloponneso, e si trova lungo la costa che si affaccia sul Mar Ionio. Suddiviso in terminal passeggeri e uno scalo commerciale, il porto è stato ampliato nella parte meridionale nel 2011 e offre ottimi servizi per i viaggiatori tra cui un teatro all’aperto e un parco giochi. Il porto di Patrasso è un vero e proprio motore economico della città dove possono attraccare simultaneamente 11 traghetti.

Il porto di Patrasso può essere raggiunto con traghetti giornalieri dai porti italiani di Ancona, Venezia, Bari e Brindisi.

Con partenze regolari e prezzi bassi, sardegna-traghetti.com vi offre il modo migliore per prenotare un biglietto low cost per il vostro traghetto da e per Patrasso in Grecia.

Prenotate ora on-line un biglietto per la vostra traversata in nave, troverete tariffe scontate anche per l’auto al seguito e vivere al meglio il vostro viaggio.

sardegna-traghetti.com ti offre la possibilità di prenotare il biglietto per la nave ad un prezzo vantaggioso e di viaggiare su traghetti recenti e ricchi di comfort, per iniziare la tua vacanza ancora prima di arrivare a destinazione.



Come arrivare al porto di Patrasso

IN AUTO

Per raggiungere Atene in macchina seguite le indicazioni per l’autostrada 8A.

IN TRENO e AUTOBUS

La stazione ferroviaria e quella degli autobus si trovano a 300 metri dall’ingresso principale del porto, in via Othonos Amalias. Se viaggiate con la vostra auto le indicazioni stradali da e per il porto sono numerose e molto chiare mentre se desiderate spostarvi in taxi vi basterà salire su uno delle numerose vetture in attesa.

Security Check

Ti informiamo che oltre quanto previsto dalla vigente normativa penale in materia di armi, è vietato introdurre nell'area di security, coltelli di qualsiasi genere e dimensione, archi, balestre, fucili da pesca subacquei, accette, forbici, punteruoli, attrezzi sportivi delle arti marziali, nonchè ogni altro strumento atto ad essere usato come arma impropria.